I vini

Sembrerà di assaggiare gli acini d'uva appena raccolti, intravedere lo sguardo fiero degli agricoltori, annusare l'odore del mosto in fermentazione. In ogni bottiglia di vino Melillo c'è tutto questo.

Principe d'Angiò

Carlo I D’Angiò, figlio di Federico II, fu nominato re di Napoli e divenne il creatore della potenza angioina in Italia. A Carlo I successe Carlo II lo Zoppo, questi ebbe cinque figli, di cui Roberto successe al trono di Napoli e Filippo invece fu nominato Principe D’Angiò nel 1300 a sistemare e popolare tutto il territorio a Nord-Est di Taranto.

SCHEDA TECNICA

Classificazione
Indicazione Geografica Tipica Salento Rosso
Uve
Primitivo
Vendemmia
Raccolta a mano con trasporto rapido in cantina
Zona di Produzione
Collina di Brindisi
Allevamento Viti
Alberello tradizionale
Resa in Uva per Ettaro
60/70 quintali
Età media dei Vigneti
50 anni
Periodo di Vendemmia
Seconda decade di settembre
Affinamento
In acciaio inox, 10-15 mesi in barriques di rovere e 3-4 mesi in bottiglia
Vinificazione
Vinificazione in rosso e macerazione delle uve alla temperatura di 28-30°C per 12-15 giorni
Alcool
15,5% Vol
Colore
Rosso intenso con riflessi leggermente aranciati
Profumo
Intenso, fruttato, di frutti rossi molto maturi (prugne, fichi secchi, datteri, confetture), speziato con sentori di vaniglia
Gusto
Secco, caldo, equilibrato, corposo e persistente
Abbinamento gastronomico
Formaggi caprini e pecorini (stagionati), brasati, selvaggina. Vino da meditazione
Temperatura di servizio
18-20°C
Bottiglia
Conica Brava da 0.75 l e da 3 l
Bicchiere consigliato

Potenziale longevità
Godibile per 7-8 anni dalla vendemmia Caraffatura
Necessaria decantazione